Diesis, portauovo

portauovo-1

2003, progetto: Daniele Baiotto
Per ottenere un oggetto in vetrofusione per caduta gravitazionale è necessaria una base. L’idea di diesis mi è venuta quando ho preso in prestito un normalissimo portauovo in inox, che mi ha dato lo spunto, nonchè uno stampo ideale, per la creazione di un portauovo in vetro.

portauovo-2

L’uovo sembra restare sospeso su questi appoggi evanescenti, fatti di luce, di riflessi e di colore.

portauovo-3

I listelli di vetro, tagliati a freddo e composti in una sorta di “diesis” ortogonale, si adagiano sulla forma in inox e si adattano alle sue linee, fino a raggiungere 850°.

portauovo-4

Si potrebbe pensare a una produzione seriale in vetro e anche alla realizzazione in altri materiali meno fragili: materie plastiche (metacrilato e polipropilene) o metallo (alluminio, acciaio inox), più adatti ad una produzione industriale.